Sportello Unico per le Imprese

Responsabile: Ing.Paola Fretta

 

Sportello Unico per le Imprese

Ufficio di p.zza Aldo Moro 1 - Piano Primo

Telefono
02 965 12 223 Anna Arrius
02 965 12 227 Maurizio Signorelli

Fax 02 965 12 215

Pec suap.comune.caronnopertusella@pec.regione.lombardia.it

Orari di apertura al pubblico
  • lunedì e venerdì: dalle 9.00 alle 12.30
  • martedì e giovedì: dalle 16.00 alle 18.00
 

Attività

Lo Sportello Unico per le Imprese si occupa dell’istruttoria di tutti i procedimenti relativi alle attività produttive e di servizi per gli operatori privati che intendono attivare un insediamento produttivo, ampliarne o modificarne uno esistente, comprendenti: le attività commerciali, di somministrazione di alimenti e bevande, attività artigianali o industriali ecc…

Dal giorno 30 marzo 2011, ai sensi dell’art.2, comma 2, del D.P.R. 7 settembre 2010 n.160, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività economiche del suddetto decreto, ed i relativi elaborati tecnici ed allegati dovranno essere presentati esclusivamente in modalità telematica al SUAP competente per il territorio.

Tuttavia ai sensi della circolare della presidenza del Consiglio dei Ministri del 25/03/2011 nella quale si rileva l’esigenza di garantire l’avvio graduale del sistema senza determinare problemi e difficoltà per gli operatori interessati, si consente la presentazione della documentazione secondo le tradizionali modalità cartacee.

Nel dettaglio, lo Sportello si occupa di :
  • accettare le domande di autorizzazione/Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) inerenti i procedimenti di insediamento, ampliamento o modifica relativi alle imprese;
  • fornire la modulistica e la documentazione necessarie per la presentazione delle domande/Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.);
  • fornire informazioni sull’avvio di tutti i procedimenti e sullo stato di avanzamento delle pratiche;
  • curare i rapporti con gli enti terzi coinvolti nei procedimenti e con gli altri uffici dell’Amministrazione;
  • convocare e gestire le conferenze di servizi là dove necessarie e previste

DOCUMENTI NECESSARI
  • certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A.;
  • certificato di attribuzione codice fiscale e partita I.V.A.;
  • denuncia ai fini della tariffa smaltimento rifiuti;
  • elaborati grafici raffiguranti l’insediamento;
  • agibilità dell’immobile;
  • documentazione di previsione impatto acustico;
  • segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.)
  • eventuale richiesta di deroghe all’ASL;
  • ricevuta versamenti tariffe varie;
  • fotocopia documento di riconoscimento del titolare/legale rappresentante;
  • certificato di prevenzione incendi o dichiarazione di esonero;
  • pareri di altri enti eventualmente necessari.

Le modalità di presentazione della SCIA potranno essere consultate nelle LINEE GUIDA PER L’ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA’ PRODUTTIVE.

Il dichiarante potrà avviare immediatamente l’impresa, dopo aver presentato la SCIA presso l’Ufficio Protocollo del Comune, conservando la relativa ricevuta di deposito, purchè la ditta stessa sia già in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie all’esercizio dell’attività (ad esempio agibilità, certificato prevenzioni incendi, autorizzazione scarico reflui in fognatura comunale, ecc.).
 

Autorizzazione unica ambientale - AUA

COS'È

Il 13 giugno 2013 è stato approvato il regolamento sull’autorizzazione unica ambientale (AUA). (DPR n°59/2013)

L'AUA è un unico provvedimento autorizzativo  emesso dall'Autorità competente in materia ambientale (Provincie)  che sostituisce e comprende sette titoli abilitativi, che prima l'impresa doveva chiedere e ottenere separatamente. 

http://www.va.camcom.it/Autorizzazione_unica_ambientale/1378

 

AUA Modulistica regionale unificata

A partire dal 1 novembre 2014 è diventata obbligatoria, da parte dei Gestori, la presentazione delle istanze AUA mediante l'utilizzo della modulistica regionale unificata reperibile al seguente indirizzo www.reti.regione.lombardia.it
Il percorso da seguire è: inquinanti da attività produttive - AUA Autorizzazione Unica Ambientale.