Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni Clicca qui

Venerdì, 22 December 2017 15:26

PRR - Piano riduzione dei rifiuti

I problemi connessi alla produzione dei rifiuti hanno assunto proporzioni sempre maggiori in relazione al miglioramento delle condizioni economiche, al veloce progredire dello sviluppo industriale ed all’incremento della popolazione e delle aree urbane. Tutto ciò ha determinato un aumento generalizzato della quantità dei rifiuti prodotti che, frequentemente, finisce per dare luogo a situazioni di emergenza legate alle difficoltà di smaltimento.
Questo problema, perché effettivamente di un problema si tratta, pur apparso solo da poche decine di anni sullo scenario del mondo industrializzato, si impone quindi come una delle maggiori criticità per quanto riguarda i seguenti aspetti:

  • aspetti ambientali (inquinamento); 
  • aspetti economici (costi per lo smaltimento dei rifiuti)
  • aspetti legati alle risorse (consumo di materie prime esauribili ed energia).

Si sono adottate fin qui modalità di soluzione che hanno portato a consolidare prassi ed equilibri, che ora tuttavia non sono più ulteriormente sostenibili e richiedono un totale ripensamento della materia. Vi è la necessità di un cambio radicale di prospettiva in termini di abitudini e modi di agire. Il problema è difficile e complesso, la soluzione urgente, quindi è necessario procedere con

  • convinzione;
  • determinazione;
  • tempestività di azione.

Sono di efficacia limitata la semplice deterrenza e la costrizione (regole severe e punitive), che sempre inseguono il problema, mentre invece è l’insorgere del problema stesso che va evitata, ed in questo caso le scienze sociali insegnano che, ove sia necessario agire in prevenzione, i risultati si ottengono solo attraverso

  • l’informazione e la formazione;
  • il coinvolgimento;
  • la condivisione dei metodi e degli obiettivi.

È quindi necessario, per ottenere risultati stabili a lungo termine, avviare un vasto programma che parta innanzi tutto da un impegno verso la popolazione più giovane, in modo da creare una cultura ed una sensibilità connaturate verso il problema dei rifiuti. Solo in questo modo diventerà naturale attuare tutte quelle misure impegnative che ne comporteranno una gestione adeguata alle necessità dei tempi. Il cuore della soluzione starà quindi nell’attuazione di

  • interventi sistematici nelle scuole di primo e secondo grado;
  • iniziative di sensibilizzazione verso le famiglie e la cittadinanza;
  • atti concreti di coinvolgimento attraverso iniziative dirette.

Documentazione

folder PRR - Piano riduzione rifiuti